Condivido questo post post dell’amico Pai Taburé sui nostri antenati.

nostri antenatiIn 300 anni quanti avi?

È interessante sapere la quantità di antenati che abbiamo: 2 genitori, 4 nonni, 8 bisnonni, 16 trisavoli, 32 quadrisavoli, 64 pentavoli, 128 esavoli, 256 eptavoli, 512 octavoli, 1024 eneavoli, 2048 decavoli, in un totale di 11 generazioni 4094 antenati, tutto questo in circa 300 anni prima che io e te nascessimo. (chiedo scusa se il “nome” degli antenati non è stato tradotto correttamente, comunque è una discendenza di 10 generazioni).

Ti sei mai messo a pensare da dove sono usciti?

albero genealogicoQuante lotte hanno combattuto? Se hanno fatto la fame? Quante guerre hanno vissuto? A quante vicissitudini sono sopravvissuti?
D’ altra parte, quanto amore, forza, gioie e stimoli hanno lasciato ai posteri? Quante volte si saranno innamorati?
Esistiamo solo grazie a tutto quello che ognuno di loro ha vissuto. Quindi è nostro dovere onorare i nostri antenati. Senza di loro non ci saremmo oggi e non potremmo essere felici, qui.
Bisogna avere gratitudine e amore per tutti i nostri antenati, perché senza di loro, ognuno di noi, non potrebbe conoscere questo piano terrestre e godersi la vita.

Onorando i nostri antenati

Visualizza i tuoi genitori davanti a te, dietro di loro ai tuoi nonni, dietro i tuoi bisnonni e, così, tutti i tuoi antenati. Includi zii e zie, i nonni. Una volta visualizzati a ognuno di loro dici:

albero genealogico degli antenatiOggi voglio onorare tutta la mia famiglia, soprattutto i miei antenati. Io vengo da voi. Voi siete la mia origine. Arrivando prima di me mi avete fornito la strada che oggi percorro.
Oggi vi do un posto nel mio cuore e nel mio sistema familiare. Oggi onoro quelli che hanno fatto del bene e a quelli che hanno fatto il male.
Quelli che se ne sono andati e a quelli che sono rimasti.

Ai prepotenti e agli abusati.
Ai buoni e ai cattivi.
Ai ricchi e ai poveri.
Ai falliti e a chi ha avuto successo.
Ai sani e ai malati.
A quelli che ho conosciuto e a quelli che no.
A quelli che ce l’hanno fatta e a quelli che no.

Onoro ognuno di voi, soprattutto quelli che, per qualsiasi motivo, sono stati esclusi .
Io non sarei qui se voi non foste arrivati prima di me. Vi porto tutti con me ad ogni passo e cosa che faccio.
A partire da oggi ogni passo che compio con il mio piede destro lo farò con mio padre e tutta la famiglia di mio padre. Ogni passo che compio con il mio piede sinistro lo farò con mia madre e la famiglia di mia madre, rispettando le destinazioni di tutti.
Vi chiedo di darmi la vostra benedizione per essere la persona più sana, riuscita, amata, amorevole e di successo del mondo.
Lo farò in vostro onore, portando in alto il nome della mia famiglia e delle mie radici.
Grazie papà, grazie mamma.
Grazie ai miei antenati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *