.
Non perdere mai i tuoi modi insoliti.
Non diventare arido.
Serio.
Convenzionale.
Non adeguarti a quello che gli altri vorrebbero da te.
Nemmeno per amore dell’apparenza.
.
Perderesti la tua essenza.
L’universo ti ama così tanto
per la tua visione insolita delle cose,
per la stranezza che osa onorare
ciò che è diverso
e rende possibile l’impossibile.
.
La tua unicità conta molto di più del successo convenzionale!
Anche se questo può avere i suoi fardelli.
Nel profondo potresti sentirti non in sintonia con il resto del mondo.
Potresti sentirti rifiutato per la tua visione delle cose.
.
Tu non perdere di vista chi sei.
Non rinunciare al tuo valore.
Essendo te stesso,
ricorderai costantemente alle persone
che un altro modo è possibile.
Potrai essere la pecora nera,
la pecora arcobaleno
o anche il lupo selvatico
nel gregge delle pecore!
L’audace spirito farfalla
che chiama i bruchi.
Sei tu.
E in te risiede il potere
di guarire antiche ferite,
di cambiare le cose.
Non te ne dimenticare.
.
Quel potere deriva
dall’allineamento del tuo sé esteriore
con la tua verità interiore,
non con il consenso generale.
.
Troverai quindi altri sognatori,
altre farfalle selvatiche
e pecore dai colori atipici
che si uniranno a te
per evocare visioni migliori
per il nostro mondo.
Valerio Folloni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *